Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

I rapporti economici bilaterali

 

I rapporti economici bilaterali

Le relazioni economiche tra Italia e Romania sono particolarmente intense. Da anni l’Italia rappresenta il secondo partner commerciale della Romania sia sul piano delle importazioni che su quello delle esportazioni, con una quota sul totale dell’interscambio della Romania pari a circa il 10 % (11,3% del totale export e 9,1% del totale import). Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica romeno, l’interscambio commerciale tra Italia e Romania ha raggiunto nel 2019 un valore complessivo di 15,6 miliardi di euro. In particolare, la Romania ha esportato verso l’Italia beni per un valore pari a 7,77 miliardi di euro (+0,2% rispetto al 2018), mentre le importazioni dall’Italia hanno raggiunto un valore di 7,87 miliardi di euro (+0,7% rispetto al 2018). La bilancia commerciale della Romania con l’Italia nel periodo in riferimento ha registrato un saldo commerciale negativo di 102 milioni di euro. Nei primi sei mesi del 2020, a seguito della crisi innescata dalla pandemia di Covid19, si è assistito ad una diminuzione, rispetto al primo semestre 2019, del 23% delle esportazioni, che sono state pari a 3.076 milioni di euro, e del 15,8% delle importazioni, pari a 3.345 milioni di euro. Per la Romania si è registrato pertanto un saldo commerciale negativo pari 269 milioni di euro.

Considerando la struttura merceologica dell’interscambio commerciale tra i due paesi, la Romania esporta in Italia principalmente macchinari e apparecchiature elettriche, prodotti tessili, veicoli e materiali per il trasporto ed importa dall’Italia soprattutto macchinari e apparecchiature elettriche, prodotti metalliferi e prodotti tessili.

La solidità dei rapporti economici tra i due paesi è confermata anche dalla rilevante presenza di investitori italiani in Romania. L’Italia è infatti il principale paese investitore in Romania per numero di aziende, con 49.168 aziende (di cui circa 20.000 attive) registrate al 30 giugno 2020, che rappresentano il 21,5% del totale. Le aziende italiane sono presenti in tutti i settori, dal meccanico, alle infrastrutture, all’energia, al manifatturiero.

Secondo i dati della Banca Nazionale della Romania al 31 dicembre 2019, l’Italia si colloca al 4 posto nella graduatoria degli investimenti diretti esteri in Romania per paese di origine (8,5% del totale) con uno stock pari a 7.468 milioni di euro.


Luogo:

Bucarest

1093