Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Pensioni

PENSIONI INPS: ACCERTAMENTO ESISTENZA IN VITA ANNI 2024-2025

Per informazioni in materia di pensioni, prego consultare la sezione normativa dell’INPS.

INS LINK di seguito:

https://www.inps.it/it/it/dettaglio-approfondimento.schede-informative.49856.circolari-inps-di-interesse-per-i-lavoratori-migranti-nell-ambito-dei-paesi-dell-unione-europea.html

Si fa presente che la Cancelleria può fornire solo assistenza in generale ai pensionati ma non gestisce direttamente le pratiche pensionistiche, per cui si potrà chiedere assistenza agli Enti assistenziali o Professionisti specializzati.

La Cancelleria consolare rilascia ai fini pensionistici i certificati di esistenza in vita su richiesta dell’interessato.

L’INPS ha comunicato le modalità di svolgimento e la tempistica relativa al processo di verifica dell’esistenza in vita, con riferimento agli anni 2024 e 2025, che interesserà tutti i beneficiari di prestazioni pensionistiche riscosse all’estero. La procedura di accertamento è descritta in modo dettagliato qui . Si precisa che la campagna di verifica si svolgerà in due distinte fasi:

– la prima fase, riferita all’anno 2024, si svolgerà da marzo 2024 a luglio 2024 e riguarderà i pensionati residenti in America, Asia, Estremo Oriente, Paesi scandinavi, Stati dell’Est Europa e Paesi limitrofi;
– la seconda fase della verifica, che si svolgerà da settembre 2024 a gennaio 2025, riguarderà i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania.

Come da prassi, la Citibank N.A. avvierà la verifica dell’esistenza in vita con la spedizione della lettera esplicativa ed un modulo standard di attestazione (fac-simile disponibile qui ) ai pensionati residenti in Paesi compresi nella prima fase della verifica 2024-2025. Si consiglia di leggere attentamente l’intera comunicazione e in particolare il paragrafo 4.

Nel caso in cui il pensionato si trovi in stato di infermità fisica o mentale, o si tratti di pensionati che risiedono in istituti di riposo o sanitari, pubblici o privati, o di pensionati affetti da patologie che ne impediscano gli spostamenti o di soggetti incapaci o reclusi in istituti di detenzione, è necessario contattare il Servizio di supporto di Citi, che renderà disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita (fac-simile disponibile qui ). Si consiglia di leggere attentamente l’intera comunicazione e in particolare il paragrafo A.2.

Si ricorda infine l’importanza della procedura di accertamento dell’esistenza in vita, al fine di evitare che l’erogazione dei pagamenti venga bloccata.