Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Italia e Romania

Cooperazione Politica

Le relazioni tra Italia e Romania sono caratterizzate da grande intensità, sia sul piano del dialogo politico sia per quanto riguarda la collaborazione economico-commerciale e si sviluppano nell’ambito della Dichiarazione di Partenariato Strategico Rafforzato, firmata dai rispettivi Ministri degli Esteri il 9 gennaio 2008 a Bucarest, di cui è in corso il negoziato di rinnovo. Di seguito una sintesi delle principali fasi del dialogo politico negli ultimi anni.

Dopo il primo (9 ottobre 2008) e secondo (30-31 maggio 2011) vertice inter-governativo tra Italia e Romania, il dialogo politico è stato intenso e numerosi sono stati gli incontri bilaterali ad alto livello.

Si segnalano in particolare la visita in Italia nell’aprile 2015 del Presidente di Romania Klaus Iohannis, dove ha incontrato il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e il Primo Ministro Matteo Renzi. Nello stesso anno (8/9 luglio) il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Paolo Gentiloni ha visitato Bucarest, aprendo i lavori della Conferenza dell’ANCE a Bucarest e incontrato le massime Autorità romene (tra cui il Presidente Iohannis e l’allora Primo Ministro Victor Ponta), oltre agli imprenditori e agli attori del Sistema Italia in Romania.

La Presidente della Camera, On. Boldrini, ha effettuato una visita in Romania il 21-22 marzo 2016. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato Bucarest il 13-14 giugno 2016, incontrando il Presidente Iohannis e l’allora Primo Ministro Ciolos. Il Ministro degli Esteri romeno Lazar Comanescu ha incontrato a Roma l’allora Ministro Gentiloni il 22 novembre 2016.

La visita a Bucarest, il 19 aprile 2018, del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che ha incontrato la Premier romena Viorica Dancila e il Presidente Klaus Iohannis, ha consentito di consolidare ulteriormente l’eccellenza dei rapporti non solo a livello bilaterale ma anche in ambito UE e ha confermato un’ampia convergenza di vedute su numerosi temi europei.

Sempre nel 2018 (14-15 giugno) si è recata in visita a Bucarest il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione della riunione dell’Associazione Senati d’Europa.

Nell’ottobre 2018 il Presidente lohannis ha effettuato una visita di stato in Italia e ha avuto incontri con il Presidente della Repubblica Mattarella, con il Presidente del Consiglio dei Ministri Conte, con il Presidente del Senato Alberti Casellati e il Presidente della Camera Fico.

Nell’ambito del semestre romeno della Presidenza del Consiglio dell’UE, non sono mancati incontri bilaterali. Nel gennaio 2019 i Ministri della Difesa Elisabetta Trenta e Gabriel Leș hanno avuto colloqui a Bucarest, mentre a marzo 2019 il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale Ricardo Merlo ha incontrato il Ministro per i Romeni all’Estero Natalia Intotero. Nell’aprile 2019 il Vice Premier e Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi Di Maio ha incontrato a Roma il Ministro dell’Ambiente imprenditoriale e del Commercio Gabriel Oprea. Nel settembre 2019 ha avuto invece luogo a Roma l’incontro del Ministro per gli Affari Europei Paolo Savona con il Ministro per i Fondi Europei Rovana Plumb.

Il 14 marzo 2022 si è svolta la visita del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale On. Luigi Di Maio a Bucarest, a cui è seguita la visita del ministro della Difesa Lorenzo Guerini a Costanza il 28 e 29 marzo.

Il 3 e 4 maggio il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando ha effettuato una missione a Bucarest.

Dal 29 maggio al 1° giugno, invece, l’On. Federica Dieni, Presidente del Gruppo Parlamentare di Amicizia con la Romania, ha effettuato una visita istituzionale in Romania.

Il 22 giugno 2022 si è svolta la visita di una delegazione delle Commissioni Difesa di Camera dei Deputati e Senato della Repubblica.

Nell’ambito del Summit Nato di Bucarest del 29 e 30 novembre 2022, il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale On. Antonio Tajani ha partecipato in rappresentanza dell’Italia.

Nel quadro della missione di “Enhanced Air Policy” della NATO, il 23 dicembre dello stesso anno il Ministro della Difesa Guido Crosetto ha visitato il Contingente nazionale e ha incontrato il Segretario di Stato alla Difesa rumeno Eduard Bachide.

Il 1° aprile 2023 una delegazione della Commissione Difesa della Camera ​dei Deputati, guidata dal Vicepresidente On. Piero Fassino, si è recata in visita alla Task Force Air Gladiator dell’Aeronautica Militare impegnata in Romania.

L’8 e il 9 maggio 2023 si è svolta una visita del Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso a Bucarest, durante la quale ha avuto luogo un bilaterale con il Primo Ministro romeno, Nicolae Ciucă, e incontri con il Ministro dell’economia Florin Spătaru e il Ministro dell’ambiente Barna Tanczos.

Il 13 e 14 giugno si è svolta la visita della Commissione Affari Esteri e Difesa del Senato, guidata dal Vicepresidente Sen. Roberto Menia.

Il 6 e 7 luglio si è recato in visita il Sottosegretario di Stato delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Tullio Ferrante, per la cerimonia di inaugurazione del ponte di Brăila, realizzato da un consorzio internazionale di imprese guidato dal gruppo italiano Webuild.

Nel mese di settembre, Bucarest ha accolto il Vice Ministro delle Imprese e del Made in Italy On. Valentino Valentini, il quale è intervenuto al panel sull’energia del Business Forum dell’Iniziativa dei Tre Mari (3SI) e ha incontrato una rappresentanza degli imprenditori e della comunità italiana in Romania.

 

Informazioni Generali sulla Romania:

Superficie: 238.391 Kmq

Capitale: Bucarest (1.944.000 ab.)

Principali altre città: Timisoara (312.400), Cluj (309.300), Iasi (306.600), Costanza (303.700), Craiova (299.600).

Nome ufficiale: Romania (“România”, la traduzione letterale dovrebbe includere l’articolo: “La Romania”).

Forma di Governo: Repubblica parlamentare semipresidenziale.

Potere esecutivo: Il Presidente della Repubblica, a seguito di consultazioni con i partiti rappresentati in Parlamento, designa un Primo Ministro, il quale deve ottenere la fiducia del Parlamento che si riunisce in seduta congiunta di Camera e Senato, sulla base di un programma di governo e di una lista dei suoi membri. A seguito della fiducia, il Presidente della Repubblica nomina il governo.

Potere legislativo: Parlamento bicamerale composto dal Senato (“Senat”, formato da 137 membri, eletti per quattro anni su base proporzionale) e dalla Camera dei Deputati (“Camera Deputaţilor”, di 332 membri, anch’essi eletti ogni quattro anni a base proporzionale). Le ultime elezioni hanno avuto luogo l’11 dicembre 2016.

Potere giudiziario: La Corte Suprema di Giustizia è composta da 11 giudici, nominati per un mandato di 3 anni dal Presidente della Repubblica e dal Consiglio Superiore della Magistratura. La Corte Costituzionale è invece composta da 9 giudici con un mandato di 9 anni.

 

Politica interna

Presidente: Klaus Iohannis, in carica dal 21 dicembre 2014 e riconfermato il 24 novembre 2019 per il secondo mandato di cinque anni.

Compagine del Governo della Romania

Ion-Marcel CIOLACU – Primo-Ministro

Marian NEACȘU – Vice Primo-Ministro

Marian-Cătălin PREDOIU – Vice Primo-Ministro e Ministro degli Affari Interni

Marcel-Ioan BOLOȘ – Ministro delle Finanze

Sorin-Mihai GRINDEANU – Ministro dei Trasporti e dell’Infrastruttura

Natalia-Elena INTOTERO – Ministro della Famiglia, della Gioventù e delle Pari Opportunità

Alina-Ștefania GORGHIU – Ministro della Giustizia

Angel TÎLVĂR – Ministro della Difesa Nazionale

Ligia DECA – Ministro dell’Istruzione

Raluca TURCAN – Ministro della Cultura

Luminița-Teodora ODOBESCU – Ministro degli Affari Esteri

Ștefan-Radu OPREA – Ministro dell’Economia, dell’Imprenditoria e del Turismo

Adrian CÂCIU – Ministro degli Investimenti e dei Progetti Europei

Adrian-Ioan VEȘTEA – Ministro dello Sviluppo, dei Lavori Pubblici e dell’Amministrazione

Alexandru RAFILA – Ministro della Salute

Florin-Ionuț BARBU – Ministro dell’Agricoltura e dello Sviluppo rurale

Sebastian-Ioan BURDUJA – Ministro dell’Energia

Simona BUCURA-OPRESCU – Ministro del Lavoro e dello Sviluppo sociale

Bogdan-Gruia IVAN – Ministro della Ricerca, dell’Innovazione e della Digitalizzazione

Mircea FECHET – Ministro dell’Ambiente, delle Acque e delle Foreste

 

Politica Estera e rapporti con l’Unione Europea

I due pilastri fondamentali della politica estera romena sono l’appartenenza all’Alleanza Atlantica (dal 2004) e l’adesione all’Unione Europea, avvenuta il 1° gennaio 2007.

La partecipazione attiva della Romania alla NATO rappresenta una garanzia di sicurezza e stabilità, di vitale importanza per la prosperità della nazione romena. La Romania sta giocando un ruolo importante all’interno della NATO, promuovendo i valori, gli obiettivi e le finalità dell’Alleanza, partecipando inoltre alle missioni congiunte tra membri.

Si ricorda inoltre che la Romania è membro dei principali fori sub-regionali, quali l’Iniziativa Centro Europea (InCE), la “South-East European Cooperation Process” (SEECP), la “Black Sea Economic Cooperation” (BSEC), nonché il “Southeast European Law Enforcement Center (SELEC).

La Romania è divenuta membro dell’Unione Europea il 1° gennaio 2007. Tra gli obiettivi del Governo romeno in ambito europeo vi sono l’ingresso nello Spazio Schengen e quello nell’Eurozona. Il Paese è ancora soggetto al monitoraggio in ambito UE, all’interno del Meccanismo di Cooperazione e Verifica, volto a registrare i progressi effettuati nel processo di adeguamento agli standard europei in materia di Stato di diritto e di lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata.

Dal momento del suo ingresso nell’UE, la Romania ha l’opportunità di beneficiare dei finanziamenti concessi nell’ambito dei fondi strutturali, che sono un fattore determinante per lo sviluppo infrastrutturale ed economico del Paese.

 

Siti istituzionali romeni:

1-Camera dei Deputati

2- Presidenza

3- Presidenza

4- Governo

5- Ministero Affari Esteri

 

Accordi

È possibile consultare gli accordi tra Italia e Romania al seguente sito:

Archivio Trattati Internazionali