Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Avviso per gli italiani in Romania

Negli ultimi giorni l’est della Romania, in particolare la provincia di Galati, è stata colpita da una violenta ondata di maltempo. Le piogge torrenziali hanno causato l’improvviso innalzamento di alcuni corsi d’acqua. Almeno nove persone sono morte e più di 700 abitazioni sono state evacuate a causa di queste inondazioni. Alcune delle principali arterie di traffico della zona (DN25 e DN26) sono parzialmente bloccate; inoltre rallentamenti si registrano anche sulle linee ferroviarie della provincia di Galati. Si raccomanda pertanto ai nostri connazionali di adottare la dovuta cautela, specie in occasione di spostamenti nelle zone in questione e di mantenersi informati sull’evolversi delle condizioni meteorologiche consultando il sito dell’Istituto meteorologico romeno (Administratia Nationala de Meterologie http://www.meteoromania.ro).

Continuano a registrarsi, in diverse città della Romania, manifestazioni contro il progetto di legge che prevede la riapertura della miniera d’oro di Rosia Montana, ubicata nella regione della Transilvania. Le manifestazioni, con connotati pacifici ed ordinati, si svolgono soprattutto nella Capitale, nella zona di Piazza Università. Si raccomanda ai nostri connazionali di adottare la dovuta cautela, specie in occasione di spostamenti nelle zone centrali di Bucarest, di evitare ogni luogo di assembramento e di mantenersi informati sull’evolversi della situazione attraverso i mass media locali ed il sito www.ambbucarest.esteri.it

Per situazioni di assoluta necessità, si ricorda che il numero di Cellulare di Emergenza dell’Ambasciata d’Italia a Bucarest è + 40 722314803.

Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo. Si raccomanda altresì – una volta in loco – di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.).
Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere, prima della partenza, un’assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).