Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Cerimonia di riconsegna alle Autorità italiane di beni culturali trafugati illegalmente

Le Autorità di polizia romene hanno riconsegnato oggi al Luogotenente Sergio Banchellini e all’Appuntato Vito Cicale del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale di Monza, durante una folta conferenza stampa ospitata presso il Museo Nazionale di Storia di Bucarest, un quantitativo di beni artistici (22 quadri e 18 libri) trafugati illegalmente nel nostro Paese. Come sottolineato dall’Ambasciatore Brasioli e dalle Autorità romene presenti, la riconsegna e’ stata possibile grazie all’eccellente cooperazione di polizia e giudiziaria tra l’Italia e la Romania, attivata nel caso di specie dalla Romania attraverso una segnalazione Interpol. E’ un esempio dell’ottimo dialogo e della piena interoperabilità tra le forze di polizia dei Paesi europei, necessaria in settori quali quello del mercato nero di opere d’arte in cui l’esperienza del Nucleo dei Carabinieri e’ eccellente. Le opere, quasi certamente rubate da strutture ecclesiastiche molti anni fa, sono giunte in Romania in modalità in corso di accertamento. La restituzione delle stesse alle Autorità italiane consentirà di avviare l’inchiesta per stabilire le modalità del furto e la provenienza di ciascun manufatto artistico.

Cerimonia riconsegna beni culturali