Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

4 novembre 2020. “Io ci credo”.

La bandiera italiana – sotto la quale il Paese si è unito durante il lockdown – è la protagonista del giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Il Tricolore racchiude in sé tutti i valori fondanti del nostro Paese. Oggi come allora ci ritroviamo uniti sotto questo simbolo, motivati dalla responsabilità che guida ogni nostra azione per costruire il futuro delle prossime generazioni e nel ricordo dei nostri Caduti, che hanno combattuto fino all’estremo sacrificio.

Il messaggio del manifesto del 4 Novembre, a fianco riportato, e del video (QUI riportato) racconta un ideale alzabandiera realizzato in staffetta da tutte le Forze Armate, in una prospettiva unitaria e interforze. Un momento unico ma allo stesso tempo universale, che si ripete negli scenari nazionali e internazionali dove quotidianamente operano i nostri militari: dai teatri operativi dell’Iraq e dell’Afghanistan al Libano, dagli interventi nelle zone martoriate dal terremoto all’impegno per il soccorso sanitario e il recupero in alta quota. Piccoli frammenti di quanto uomini e donne con le stellette di Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare, Carabinieri e Guardia di Finanza svolgono per la difesa e la sicurezza, al servizio dei cittadini e delle Istituzioni. Ne è un esempio l’importante supporto e sostegno offerto alla collettività, a chi era in condizioni di disagio, per l’emergenza Covid-19.

 

Il 4 Novembre S.E. l’Ambasciatore d’Italia a Bucarest, accompagnato dall’Addetto Militare per la Difesa, deporrà una corona di alloro al Cimitero Italiano e Romeno di GHENCEA, alla presenza di una piccola rappresentanza di Autorità italiane e romene, in un formato necessariamente ridotto nel rispetto delle norme di contenimento della pandemia.