Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Revoca procure

In linea generale, la procura si estingue:

  • con il compimento, da parte del rappresentante, degli atti per cui era stata conferita la procura;
  • con la morte del rappresentante o del rappresentato;
  • con la revoca da parte del rappresentato;
  • con la rinunzia da parte del rappresentante o con il fallimento del rappresentato.

Per la revoca di una procura è necessario conoscere i dati relativi alla procura da revocare.

Se la procura è stata rilasciata da questa Cancelleria consolare, occorre indicare: data, numero di repertorio della procura, generalità e indirizzo del procuratore.

Se la procura è stata effettuata presso un Notaio in Italia o presso altra Rappresentanza diplomatico-consolare Italiana, è necessaria una copia della stessa.

Il giorno dell’appuntamento l’interessato dovrà presentarsi munito di: documento di identità italiano (passaporto o carta di identità) in corso di validità e codice fiscale. Dovrà inoltre fornire i dati relativi alla propria residenza anagrafica ed allo stato civile.

Nota bene: l’interessato dovrà provvedere alla trasmissione della revoca al procuratore revocato e, qualora la procura non sia stata formalizzata presso questa Cancelleria consolare, al notaio italiano o alla Rappresentanza diplomatico-consolare italiana, ove è depositato l’atto.

Il costo del servizio è quello indicato agli artt. 17 C (revoca della procura generale) e 18D (revoca della procura speciale) della Tabella dei diritti consolari (clicca qui).